23 novembre 2011

Incontri particolari

Come dicevo in un post precedente, non sempre nel bosco capita di trovare quello che ci si aspetta.
Questa volta non ho trovato spazzatura, o segni di inciviltà umana.

Mi sono imbattuta nel resto osseo di qualche animale.

Non era prossimo al ciglio della strada, ma in una raduna un pochino rialzata. Per un momento ho creduto di entrare in uno spazio dedicato a riti satanici.

Il teschio era incastrato in un ramo all'altezza della mia testa, del resto del corpo nessuna traccia.

Come ci sarà  finito li?
Il povero animale sarà morto rimanendo infilzato dal ramo?
Qualcuno ha pensato di salvare solo il teschio dalla decomposizione?
Potrebbe essere un segno di  avvertimento o un trofeo di guerra?

Purtroppo non so quale sia la risposta vera o la più probabile, se qualcuno volesse scrivermi qualche suggerimento ne sarei felice.


14 novembre 2011

Bottino Magro


Nel bosco non si raccolgono solo i funghi e le castagne, ma purtroppo anche tanta spazzatura.

Questo é il nostro raccolto ottenuto dopo solo un'ora di camminata.
Non siamo partiti di casa con l'intento di ripulire il bosco, altrimenti ci saremmo portati almeno un sacco e un guanto. Ma quando qualcosa rovina il paesaggio idilliaco, sia esteticamente che ecologicamente, è giusto toglierlo.

Se ognuno di noi, andando a fare due passi, quando si imbatte in spazzatura non collocata al posto giusto la raccoglie per buttarla negli appositi contenitori, i boschi sarebbero più puliti.

Questo é il mio nuovo punto dell'elenco "fare la cosa giusta" e spero che lo diventi anche per te che leggi.

Inutile sottolinearne che il bosco è sporco per colpa di persone incivili, e che sicuramente queste persone non si fermeranno mai a leggere un blog come questo.
La cosa giusta sarebbe trovare un modo per bloccare questa inciviltà, ma per ora non ho trovato ancora una soluzione a questo grande problema. Nel mio piccolo, da piccola formichina, ripulisco quello che riesco.


13 novembre 2011

Giocare in bella vista


Camminare mezz'ora per trovare il posto ideale per un'agguerrita partita a scacchi.
Lasciarsi scaldare dal tiepido sole di mezza stagione.
Trovare la quiete immersi nei caldi colori autunnali.

Descrizione di una bellissima domenica slow